Laura Fantaccini psicologa, psicoterapeuta e insegnante MBSR (mindfulness based stress reduction).

Durante il mio percorso di autoriflessione ed esperienze personali volto alla ricerca della conoscenza, del funzionamento della mente, delle sue modalità di reagire e del rapporto fra mente-corpo, mi sono laureata in Psicologia presso l’Università degli Studi di Firenze. In parallelo ho portato avanti un’attività professionale a tempo pieno in ambito sanitario, e altri studi di natura artistica e teologica.

Alla fine del corso universitario, difronte alle numerose scuole di pensiero e di intervento clinico e difronte alla scelta fra queste, ho deciso di scegliere la Scuola di Specializzazione Cognitivo-Comportamentale. Sentivo l’esigenza di sviluppare un senso pragmatico, oggettività, direttività, e prove tangibili in rapporto alle mie esperienze di vita e soprattuto nella percezione che avevo di esse. E questo secondo me, era importante poterlo trasmettere ai miei futuri pazienti. A posteriori credo sia stata la scelta giusta. Durante gli anni della scuola sono venuta a conoscenza della mindfulness, presentata come una metodica di terza generazione della terapia cognitivo-comportamentale (tant’è vero che molti modelli di intervento della TCC sono stati integrati con l’approccio mindfulness based, es. ACT, BDI).

L’incontro con la mindfulness è stato per me una rivelazione, come un “amore a prima vista”. Come se improvvisamente trovavo quello che da tanto tempo cercavo, un mezzo che mi aiutasse a coltivare conoscenza, saggezza e nel contempo concretezza coerenza e linearità, che mi permettesse di avere una visione olistica dell’essere umano e dell’aiuto che avrei potuto dare, che potesse aiutare a coltivare la fede, intesa nel vero senso della parola, fiducia. Ingrediente fondamentale per la nostra qualità della vita.

Ho comiciato subito a praticare individualmente e a fare poco dopo il corso MBSR. Grazie alla pratica ho cominciato a sperimentare molte cose, tra queste che noi cresciamo più rapidamente se siamo disponibili a lavorare con le difficoltà piuttosto che fuggirle, che se ci induriamo a causa della sofferenza semplicemente aumentiamo il peso della sofferenza e diventiamo ancora più vulnerabili all’irritazione o alla rabbia proveniente dagli altri. Invece, contrariamente ai nostri istinti, è con l’essere più aperti sia agli altri sia a noi stessi che diventiamo più forti e flessibili. Mi ha inseganto l’importanza e la necessità di coltivare la resilienza. La persona resiliente lo diventa nel corso di un processo di crescita passo dopo passo, in funzione delle esperienze e degli incontri che fa, delle paure e delle frustrazioni che riesce a superare, dei risultati che ottiene, dell’amore che riesce a ricevere e a dare, della capacità di mantenere viva la fiducia in sé stessa.

Ho capito anche che non è una metodica, né una tecnica psicologica e nemmeno un training. E’ semplicemente un appuntamento con noi stessi, con quello che siamo nel momento presente. E’ avere l’umiltà e la consapevolezza che siamo esseri umani con i nostri limiti, le nostre fragilità, le nostre vulnerabilità, la nostra impotenza difronte all’universo e a un mistero che è enormemente più grande di noi e difronte al quale non possiamo fare niente, ma imparare solo a starci insieme.

I benefici provati su me stessa mi hanno portato a comiciare la formazione professionale per la certificazione all’insegnamento del programma MBSR presso Motus Mundi, Centro per la mindfulness Padova, associazione affiliata con il CFM (Center for Mindfulness in Medicine Health Care and Society, Medical School University of Massachusettes) e in contemporanea ho cominciato a portarla nel setting terapeutico.

Dal 2007 svolgo attività libero prof.le di psicoterapia individuale dall’adolescenza all’età adulta e terapia di coppia. Lavoro presso A.I.L (Associazione Italiana Leucemie) come psicoterapeuta: trattamento di disturbi psicopatologici in pazienti oncologici e supporto psicologico ai familiari.

Dal 2011 guido corsi mindfulness di gruppo basati sul programmi MBSR di Jon Kabat Zinn presso il mio studio privato.

L’incontro con la mindfulness ha rappresentato per me un momento di svolta personale e professionale. Il mio augurio è che possa accadere lo stesso anche a chi è intenzionato ad approfondirla.

Percorso formativo professionale

  • Remembrance: Dialogue and Inquiry in the MBSR and MBCT Classrooms: Workshop sulla pratica dell’Inquiry. condotto dal Prof. Saki Santorelli, EdD, MA (Motus Mundi, Centro per la Mindfulness, Padova) (12/13/14 aprile 2019)
  • MBSR Practice Teaching Intensive Program condotto da Anne Twohig e Franco Cucchio (Motus Mundi, Centro per la Mindfulness, Roma) (4-12 maggio 2018)

  • Workshop Disturbo Ossessivo Compulsivo da relazione condotto dal Prof. Doron, Israele (IPSICO, Firenze) (23 marzo 2018)

  • 5-Day Silent Retreat “La via del Silenzio e dell’Ascolto” condotto da Elana Rosembaum e Franco Cucchio (Motus Mundi, Centro per la Mindfulness, Monteortone Abano Terme, Padova) (16-21 gennaio 2018)

  • Seminario residenziale basato sul programma della Università di Stanford, Stanford’s Center for Compassion CCT Program, per lo sviluppo della compassione “Comprendere e sviluppare la mente compassionevole” con Gonzalo Brito PhD Teacher Trainer CCT-CCARE (Motus Mundi, Centro per la Mindfulness, Monteortone-Abano Terme) (8-10 dicembre 2017)

  • Seminario “Incontrare la sofferenza” con Elana Rosenbaum, University of Massachusetts Medical School. (Motus Mundi, Centro per la mindfulness, Padova) (2017)

  • 8 week practicum MBSR in Mind-Body Medicine (Centro per la Mindfulness Motus Mundi, Padova) (5 febbraio-26 marzo 2016)

  • workshop avanzato: la terapia cognitivo comportamentale per il perfezionismo clinico (IPSICO, Firenze) (7-8 maggio 2015)

  • Training terapia di coppia focalizzata sulle emozioni EFT (Istituto scienze cognitive, Grosseto) (23-25 aprile 2015)

  • Residential Training Program. Mindfulness based reduction in Mind-Body Medicine (Centro per la Mindfulness Motus Mundi. Roma) (21-28 giugno 2015)

  • Workshop: terapia cognitivo comportamentale delle psicosi (IPSICO, Firenze) (15-16 marzo 2013)

  • Ritiro formativo mindfulness based “The insight of the heart” (Motus Mundi Centro per la Mindfulness, Padova) (4 -8 luglio 2012)

  • Master di II livello in : meditazione e mindfulness applicazioni cliniche nelle professioni di aiuto presso l’Università di Medicina di Careggi (Firenze) (febbraio 2011- aprile 2013)

  • Specializzazione quadriennale in psicoterapia cognitivo comportamentale presso l’istituto Miller di Genova (settembre 2005- novembre 2010)

  • Socia A.I.A.M.C (associazione italiana analisi e modificazione del comportamento) (da settembre 2005

  • Laurea magistrale in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l’ Università degli studi di Firenze con iscrizione all’albo degli psicologi della Toscana num. 4227. (settembre 1999-luglio 2004)